Ciliegio Nano New Star

 18,50

Disponibilità

Immediata.

Spedizione Gratuita in Italia

Per Acquisti Superiori a solo € 50,00.

Dettagli Vendita

*Altezza: 170 cm.

Età: 2 anni.

Vaso: ø 20 cm.

Pianta innestata su Portainnesto: Gisela 5.

*L’Altezza della Pianta può variare a seconda delle Stagioni, della Potatura e Manutenzione della stessa.

 

Descrizione

Recensioni
Gentile Cliente, la sua soddisfazione è la nostra priorità. La sua Recensione aiuterebbe veramente a far crescere il nostro piccolo Business e sarebbe molto apprezzata non solo da noi, anche dalla nostra Community e dai prossimi Clienti. Come fare per lasciare una Recensione? Nella seconda Tabella “Recensioni”, qui in alto alla sua destra, potrà lasciare il suo Voto e Recensione della Pianta da Lei acquistata. Semplice e veloce! Grazie per il tempo che ci vorrà dedicare!
Origine
  • Categoria: Ciliegio Nano.
  • Particolarità: Adatte per una coltivazione in spazi ridotti. E permettono una raccolta dei frutti fin dai primi anni d’eta’. Molto apprezzato per il suo valore ornamentale, in primavera fiorisce abbondantemente.
  • Varieta: New Star.
Fertilità
  • *Autofertile.

*Non necessita d’Impollinatori.

Frutti
  • Pezzatura: Molto grossi, di colore rosso scuro. Polpa compatta.
Maturazione
  • Epoca: Terza decade Giugno.
Risorse

Il Ciliegio

A seguire una sintesi di: Coltivare il Ciliegio, la guida completa.

Il Ciliegio è una pianta arborea che può produrre frutti in abbondanza per lungo tempo, una media compresa tra 20-25 anni.

Il fusto ed i rami

La Pianta di Ciliegio ha un unico fusto, di altezza variabile da 1/2 m a oltre 2 m.

Il fusto sorregge la chioma.

Questa è piuttosto ampia ed è formata da 3 tipi di rami di diversa grandezza.

Le branche primarie: sono in numero variabile da 3 a 6, a seconda della forma di allevamento.

Unite direttamente al tronco, raggiungono dimensioni abbastanza significative.

Le branche secondarie: derivano da quelle primarie e, insieme a queste, costituiscono lo scheletro permanente della chioma.

Vanno potate soltanto durante i primi anni della crescita, quando si deve dare la forma definitiva alla pianta;

I rami fruttiferi: sono collegati alle branche secondarie o direttamente alle primarie.

Su questi rami si sviluppano i fiori e i frutti.

Una volta che hanno fruttificato, vanno periodicamente rinnovati, attraverso una potatura ordinaria.

Le radici

Le radici della pianta sono piuttosto voluminose.

Quando i ciliegi sono innestati su portinnesti tradizionali, che com’è noto, sono molto vigorosi, e radici si spingono nel terreno a una profondità superiore a 1 m.

Le radici delle piante innestate su portinnesti nanizzanti sono più superficiali: esse si sviluppano nel suolo a una profondità non superiore a 50-70 cm.

I fiori e le foglie

I fiori hanno 5 petali di colore bianco; possono essere singoli oppure raggruppati in infiorescenze.

La fioritura inizia a marzo ed è scalare; precede sempre l’emissione delle foglie.

Queste hanno forma ovale allungata e il margine più o meno seghettato, a seconda della varietà.

La pagina superiore è di colore verde, mentre la pagina inferiore è grigia.

Le foglie sono provviste di un picciolo che ha la lunghezza di metà foglia.

La crescita

Il Ciliegio ha una crescita più lenta rispetto alle altre Piante da Frutto.

Il suo sviluppo si può suddividere in 4 fasi, come spieghiamo brevemente.

Fase improduttiva: per un periodo di 4-5 anni successivo all’impianto la pianta produce solo gli organi vegetativi: foglie, fusti, radici.

Fase di produttività crescente: la produzione, iniziata al quarto o quinto anno dopo l’impianto, aumenta fino a raggiungere il suo massimo livello quando il ciliegio ha 10-12 anni di vita.

Fase di produttività costante: la produzione continua a essere costante per un lungo periodo, fino a 20-22 anni.

Fase di produttività decrescente: a 20-22 anni dall’impianto la produzione inizia a calare a ritmi più o meno rapidi secondo la varietà.

Le esigenze ambientali

Il Ciliegio per crescere richiede molta luce: predilige perciò una posizione soleggiata.

Non tollera l’ombra neppure per poche ore al giorno.

Questa pianta può essere coltivata anche in collina, fino a 1.000 m di altitudine, dato che resiste abbastanza bene al freddo.

Durante l’inverno tollera una temperatura fino a -20 ° C senza subire danni, perché perde le foglie ed entra nello stadio di riposo vegetativo.

Il periodo più critico coincide con l’inizio della primavera: le brinate che si verificano in questa stagione possono infatti distruggere i fiori che sono appena sbocciati.

Per questo motivo è preferibile non coltivare il ciliegio nelle località in cui l’inverno dura a lungo, dove c’è il rischio di brinate anche a primavera inoltrata.

La pianta stenta a crescere anche nelle zone molto ventose e inquelle caratterizzate da un clima particolarmente caldo e secco.

Il terreno più adatto per la crescita del ciliegio è fresco, ricco di sostanza organica e neutro: il pH ottimale è compreso tra i valori 6,5 e 7,5.

Continuare a leggere…

Che cosa c’è in 100 gr. di Ciliegie

  • Parte commestibile 91%
  • Ferro mg 0.40
  • Proteine totali g 0.80
  • Sodio mg 3.00
  • Lipidi totali g 0.10
  • Potassio mg 260.00
  • Glucidi totali g 6.90
  • Fosforo mg 20.00
  • Amido g 0.00
  • Vitamina B1 mg 0.01
  • Glucidi solubili g 6.90
  • Vitamina B2 mg 0.03
  • Energia Cal 30.00
  • Vitamina PP mg 0.60
  • Fibra alimentare g 1.40
  • Vitamina A mg 27.00
  • Colesterolo mg 0.00
  • Vitamina C mg 4.00
  • Calcio mg 4.00

Fotografia e Testo Copyright © PDPK. Ogni sua riproduzione è vietata. Tutti i Diritti sono Riservati.

Recensioni

Non ci sono Recensioni.

Lasciare una Recensione per primo “Ciliegio Nano New Star”

 

Puoi essere interessato anche a …